Evento passato —  — 

GIARDINI

Partecipano: Evelyne  Bloch-Dano ,  Michael Jakob,  Stefano Mancuso,  Elena Volpato, 

It En

Programma, 26 aprile 2017

Saluti  avv. Marco Borradori sindaco di Lugano

Cristina Bettelini presidente di “Fare arte nel nostro tempo” 

Giardini  urbani, botanici e letterari – estratti dalle Teche della Radiotelevisione Svizzera di lingua Italiana (RSI)

Stefano Mancuso Futuro vegetale - le piante hanno già inventato il nostro futuro

Michael Jakob La panchina nel giardino ovvero lo sguardo eterodiretto

Evelyne Bloch-Dano Giardini di carta: passeggiata nei giardini della letteratura francese, da Rousseau à Mondiano

Dialogo e Chiusura

 

Modera: Elena Volpato, storica dell’arte, curatore della collezione di video d’artista alla Fondazione Torino Musei GAM

Programma PDF

Come arrivare

Fondazione Feltrinelli, Viale Pasubio 5, Milano

In metropolitana: la fermata più vicina è Garibaldi FS, si prosegue poi a piedi

 

Contributi e partners

Con il patrocinio di

Città di Lugano 

Consolato Generale di Svizzera a Milano

Camera di Commercio della Svizzera in Italia

In collaboradione con

CORSI
Società cooperativa per la radiotelevisione di lingua italiana

Con il sostegno di

Ricola

      Partners

  • Museo d’arte della Svizzera italiana
  • Università della Svizzera Italiana
  • Franklin University Switzerland
  • ProMuseo Associazione Amici sostenitori del Museo d'arte della Svizzera italiana
  • Associazione Guido Uccelli, Amici del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, Leonardo da Vinci
  • Società Ticinese di Belle Arti
  • Fai Swiss
  • AIAPP Lombardia
  • Orticola di Lombardia
  • Chiasso Letteraria
  • Missione Sogni. dai desideri ai sorrisi
  • VerDiSegni

 

         Un ringraziamento
         alla Fondazione Feltrinelli

Evelyne  Bloch-Dano

Evelyne  Bloch-Dano

Evelyne Bloch-Dano insegna lettere moderne, è scrittrice e critico letterario. Tra i suoi libri si annoverano diverse biografie di donne tra cui Madame Zola (Grasset, Prix des lectrices de ELLE), Madame Proust (Grasset, Prix Renaudot de l’essai, traduz.it. Il Melangolo, 2006) e Le dernier amour de George Sand (Grasset). E’ autrice dei romanzi La Biographe e Porte de Champerret e di saggi letterari quali Mes maisons d’écrivains (Tallandier), La fabuleuse histoire des légumes (Grasset) e Jardins de papier (Stock, 2015 Grand Prix Versailles Lire au jardin, traduz.it. Giardini di carta, ADD ed.). Evelyne Bloch-Dano è membro di prestigiose giurie letterarie quali il Prix Femina e il Prix François Mauriac ed è presidente del Prix du Cercle littéraire proustien.

Michael Jakob

Michael Jakob

Michael Jakob, cattedratico di Lettere Comparate all’Università di Grenoble, nonché professore di storia e teoria del paesaggio presso HEPIA (Ginevra), al Politecnico di Losanna (EPFL). Fondatore e direttore della rivista internazionale Compar(a)ison e della collana Di monte in monte, Tararà, Verbania. Oltre a numerosi articoli e saggi ha pubblicato sul tema: Paesaggio e letteratura, Olschki, 2005; Paysage et temps, Infolio, Gollion 2007; Il giardino allo specchio. Percorsi tra pittura, cinema e fotografia, Bollati Boringhieri, 2009; Le jardin et les arts, Infolio, Gollion 2009; Il paesaggio, Il Mulino, 2009; El jardín y la representación, Siruela, 2010; Mirei Shigemori, Shigemori e il nuovo linguaggio del giardino giapponese, Tararà, 2012; The swiss touch in landscape architecture, Tararà, 2013; Sulla panchina, Einaudi, Torino 2014; Cette ville qui nous regarde, b2, 2015. 

Stefano Mancuso

Stefano Mancuso

Stefano Mancuso, professore all’Università di Firenze e Fellow Professor all’Università di Kitakyushu, è direttore del LINV (Laboratorio Internazionale di Neurobiologia Vegetale www.linv.org) con sedi in Italia e in Giappone, e della rivista Plant Signaling & Behavior. È il cofondatore della neurobiologia vegetale, disciplina che studia i segnali e la comunicazione nelle piante a tutti livelli di organizzazione biologica, dalla singola molecola alle comunità ecologiche. È accademico ordinario dei Georgofili e accademico Corrispondente dell’accademia delle arti e del disegno di Firenze. Ha scritto numerosi libri su comunicazione e comportamento dei vegetali. La rivista La Repubblica ha inserito il suo nome nella lista dei 20 italiani destinati a cambiarci la vita. È cofondatore di PNAT (www.pnat.net), una start-up che produce innovazione tecnologica ispirandosi al mondo vegetale. Fra i suoi ultimi libri ricordiamo Verde brillante. Sensibilità e intelligenza del mondo vegetale, Giunti, 2013, tradotto in 18 lingue (premio Nazionale di Divulgazione Scientifica 2015; Premio Gambrinus 2015; Wissenschaftbuch des Jahres; 2016 premio austriaco per libro scientifico dell’anno); Uomini che amano le piante, Giunti, 2014 e Biodiversi, scritto con Carlo Petrini, Giunti, 2015. 

Elena Volpato

Elena Volpato

Elena Volpato è conservatore e curatore presso la GAM - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino. Ha dato vita nel 1999 alla Videoteca GAM, prima collezione pubblica di video d’artista in Italia. Dal 2009 è conservatore responsabile delle collezioni del contemporaneo del museo. Ha insegnato come docente a contratto in diverse accademie italiane tra cui l’Accademia di Belle Arti di Ravenna e la NABA di Milano. Ha curato mostre e ha collaborato alla realizzazione di rassegne di video d’artista in numerose istituzioni internazionali come il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia e la Tate Modern di Londra. Ha pubblicato saggi dedicati alla storia del video e a diversi temi di arte contemporanea. Ha collaborato con Saturno, supplemento culturale del Fatto Quotidiano nel 2011 e 2012. È stata membro del comitato scientifico della Fondazione Giulio e Anna Paolini nel 2014 e 2015 seguendone le pubblicazioni e i progetti scientifici. Dal 2016 è membro del Comitato scientifico dell’Archivio Carol Rama. È inoltre curatore delle esposizioni di FLAT – Fiera del Libro d’Arte di Torino. Collabora dal 2013 con l’Associazione Fare arte NEL nostro tempo di Lugano.