Relatore

Edgar Morin

Sociologo

Biografia

Edgar Morin

Edgar Morin (Parigi 1921), sociologo francese. Attivo nella resistenza, militante comunista, fu espulso dal PCF nel 1951 in seguito alla pubblicazione di un articolo considerato eterodosso. Significativo a questo riguardo è il volume autobiografico Autocritica, nel quale l'autore descrive l'evoluzione del suo impegno politico. Nel 1957 fondò la rivista “Arguments”; nel 1961 partecipò alla fondazione di “Communica­tions”. L'analisi dei fenomeni culturali, in relazione al diffondersi dei mezzi di comunicazione di massa, rappresenta un momento centrale nella biografia scientifica di Morin, come testimoniano scritti quale L'industria culturale, opera antesignana in questo campo. In seguito i suoi interessi intellettuali si sono spostati verso l'epistemologia delle scienze umane per culminare in una poderosa opera teorica, Il metodo.
Ad Edgar Morin si devono approcci sociologici tra i più originali, capaci di prefigurare filoni di ricerca spesso destinati ad ampio sviluppo, come le analisi sul cinema, sulla industrializzazione della cultura, sui problemi ecologici.