Evento passato — 

L’Ombra

Partecipano: Roberto Casati,  Michel Ciment,  Michel Frizot,  Anthony McCall,  Victor Stoichita,  Elena Volpato, 

Roberto Casati

Roberto Casati

Victor Stoichita

Victor Stoichita

Michel Frizot

Michel Frizot

Michel Ciment

Michel Ciment

Anthony McCall

Anthony McCall

Descrizione

L’ombra cresce e scompare. Per le sue caratteristiche è servita a misurare il tempo, è stata oggetto di miti e credenze, di presagi e paure, ha rappresentato immagini archetipiche inconsce e per alcune culture perderla significava morire.

La letteratura ne ha richiamato il potere evocativo (“Ricordati di me” supplica l’ombra del padre di Amleto), la forza dialogante (l’ombra insegue Zarathustra che fugge evocata da Nietzsche), la contrapposizione tra luce e tenebra.

Platone, nel mito della caverna, sostiene che chi guarda solo le ombre non ottiene vera conoscenza; eppure, afferma Roberto Casati, senza le ombre non avremmo compreso la forma della luna o la struttura del sistema solare.

L’ombra ha rivestito molteplici significati nel cinema, in architettura, nella fotografia. Il confronto con l’ombra ha percorso l'intera storia della pittura, dapprima come ausilio per la riproduzione della realtà, poi con un sempre più un esplicito significato simbolico.

It En
Programma

Venerdì 13 novembre 2015

Cinema LUX, Massagno

Saluti Marco Franciolli Direttore del MASILugano, Museo d’arte della Svizzera italiana 
Introduzione al film da parte di Michel Ciment.

Proiezione del film “The Night of the Hunter”, di Charles Laughton, USA, 1955, 90 min, V.O. inglese sottotitolata

Commento al film di Michel Ciment, breve discussione e chiusura

Sabato 14 novembre 2015

Aula Magna, Università della Svizzera Italiana, Lugano ore 11 – 15.45  e LAC, Lugano Arte e Cultura ore 16.15 – 17

Saluti della città di Lugano 
On. Giovanna Masoni Brenni,, vicesindaco e Capo del Dicastero Cultura della Città di Lugano 
Modera Elena Volpato, storica dell’arte

Roberto Casati, filosofo e esperto di scienze cognitive, direttore di ricerca del Centre National de la Recherche Scientifique (CNRS) all'Ecole Normale Supérieure di Parigi, ha studiato la percezione delle ombre e il loro contributo al ragionamento geometrico e in astronomia. Autore di “La scoperta dell’ombra”, sec. ed. Laterza, 2008.

Victor Stoichita, storico dell’arte, professore ordinario di Storia dell´arte moderna e contemporanea all´Università di Friburgo (ha insegnato tra l’altro all´Institute for Advanced Study di Princeton, al Getty Research Institute di Los Angeles, alla Harvard University), autore di numerose pubblicazioni tra cui “Breve storia dell´ombra”, Il Saggiatore, 2000.

Pausa

Michel Frizot, esperto di fotografia, curatore di mostre e autore di numerose pubblicazioni, direttore di ricerca emerito al CNRS di Parigi, ha insegnato all’Ecole du Louvre, autore della Nouvelle Histoire de la Photographie, sec. ed. Larousse, 1998.

Michel Ciment, scrittore e critico cinematografico, direttore della rivista Positif, produttore a Radio France Culture, collaboratore a Le Monde e L'Express, autore di numerose monografie sul cinema, presidente d’onore della Fipresci (Federazione internazionale della stampa cinematografica).

Dialogo dell’artista Anthony McCall con Elena Volpato.

Discussione di Elena Volpato con i relatori

Visita al LAC della mostra di Anthony McCall commentata dall’artista stesso. L’artista realizza sculture di luce (Solid Light Sculptures), fasci luminosi piani, curvi o conici che delineano nuovi volumi attraversando lo spazio completamente oscurato e diventano esperienze sensoriali.

Partecipazione

L’ingresso è libero sino ad esaurimento dei posti disponibili: per ragioni organizzative si prega di confermare la propria partecipazione a participate@associazione-nel.ch

Contributi e partners

Con il patrocinio della Città di Lugano: 

In collaboration with:

  • MASILugano, Museo d’Arte della Svizzera italiana
  • i Cineclub del Cantone Ticino

Partners:

  • Pro Museo Associazione degli Amici del Museo Cantonale d’Arte
  • l’Associazione Ticinese di Belle Arti
  • L’Ideatorio dell’Università della Svizzera Italiana
  • Fai Swiss
  • ChiassoLetterari

Roberto Casati

Roberto Casati

Roberto Casati (1961), filosofo e esperto di scienze cognitive, è direttore di Ricerca del Centre National de la Recherche Scientifique (CNRS) all'Institut Nicod, Ecole Normale Supérieure di Parigi e ha insegnato in diverse università europee e statunitensi.

Casati ha studiato il fenomeno percettivo delle ombre e il loro contributo alla ricostruzione delle scene tridimensionali grazie alla scoperta di doppie dissociazioni nella rappresentazione delle ombre, scoprendo o prevedendo svariate illusioni percettive.

Una parte della sua ricerca ha riguardato il modo in cui l'ombra è stata rappresentata nella pittura ed è stata usata per il ragionamento geometrico, in particolare in astronomia (La scoperta dell'ombra, tradotto in otto lingue).

È autore di numerose pubblicazioni.

Michel Ciment

Michel Ciment

Michel Ciment (1938) è scrittore, giornalista e critico cinematografico. E`direttore e membro del comitato di redazione della rivista mensile di cinema Positif e collabora con Le Monde, L'Express, Le Point, Le Nouvel Observateur, La Quinzaine littéraire, Le Magazine littéraire, La Revue du cinéma, e Sight & Sound.

È maitre de conférences all’Università Paris VII e ha svolto conferenze e seminari in molte università. Collabora alla produzione di programmi radiofonici per Radio France Culture (Projection Privée).

Ha pubblicato interviste e monografie sul cinema tradotte in molte lingue, in particolare su Francesco Rosi, Erich Von Stroheim, Joseph Losey, Stanley Kubrick, Elia Kazan, John Boorman (Paris, Calmann-Lévy, 1985, premio del British Film Institute, Best Film Book of the year), Theo Angelopoulos, Abbas Kiarostami, Fritz Lang, Jane Campion e in genere sul cinema americano.

È stato responsabile dell’edizione di enciclopedie sul cinema ed ha fatto parte della giuria di numerosi festival.

È Chevalier de l’ordre du Mérite, Officier dans l’ordre des Arts et des Lettres e gli è stata conferita la Legione d’onore.

È presidente d’onore della FIPRESCI (Federazione internazionale della stampa cinematografica).

Michel Frizot

Michel Frizot

Michel Frizot (1945), Direttore di ricerca emerito al CNRS, Centre de recherche sur les arts et le langage a Parigi, ha insegnato storia e teoria della fotografia all’università Paris-IV, alla École du Louvre e alla École des Hautes études en sciences sociales EHESS.

Incaricato presso il Centre national de la photographie (1982-1989) ha curato mostre e progetti editoriali.

Per il centocinquantesimo dell’invenzione della fotografia, ha pubblicato Histoire de Voir, tre volumi, collezione Photo Poche, e ha intrapreso la Nouvelle Histoire de la Photographie, Paris, Adam Biro/Bordas, 1994; sec. ed. Larousse 1998, tradotto in tedesco e in inglese (1050 illustrazioni, 33 collaboratori).

Attraverso i suoi lavori, cataloghi e numerosi articoli scientifici, Michel Frizot è stato pioniere in Francia nel riconoscere tutte le pratiche fotografiche rispetto ad altri modi di produzione delle immagini, esplorando le implicazioni dell’operatore, del soggetto fotografato e di chi guarda.

Con Toute photographie fait énigme, 2014, Maison européenne de la photographie e ed. Hazan, ha spostato gli interrogativi verso la condivisione delle sensazioni che la fotografia può suscitare.

Alcune sue opere recenti: Henri Cartier-Bresson, Scrapbook, 1932-1946, Steidl, 2006; Photo Trouvée, Phaidon, 2006; VU, un magazine photographique, La Martinière, 2009; André Kertész, Hazan, 2010; Germaine Krull, Hazan, 2015.

Anthony McCall

Anthony McCall

Anthony McCall (1949), artista, è nato in Inghilterra e vive a New York. Dagli anni '70 realizza sculture di luce (Solid Light Sculptures), fasci luminosi piani, curvi o conici che delineano volumi attraversando lo spazio espositivo completamente oscurato. Dagli anni 90 ricrea delle Solid Light series utilizzando proiettori digitali.

Espandendo la nozione di cinema e permettendo un’esperienza più complessa di coinvolgimento McCall è diventato punto di riferimento per una generazione di artisti che lavorano con film e installazioni.

I suoi lavori sono stati esposti in molti musei e gallerie tra cui al Whitney Museum, New York, 2001-02; al Museum Moderner Kunst, Vienna, 2003-4; al Hartware Medien Kunstverein, Dortmund, 2004; alla Hayward Gallery, Londra, 2004; al Centre Georges Pompidou, Parigi, 2004; alla Tate Britain, Londra, 2004; al Kunsthaus Zurigo, 2006; alla Hamburger Bahnhof, Berlino, 2006-07 e 2012; al SFMoMA, San Francisco, 2007; alla Serpentine Gallery, Londra 2007-2008; al Hirshhorn Museum, Washington, 2008; al Museum of Modern Art, New York, 2008 e 2010-11; al Hangar Bicocca, Milano, 2009; al Moderna Museet, Stoccolma, 2009; al Serralves Museum of Contemporary Art, Porto, 2011; al Faena Arts Center, Buenos Aires, 2013.

Victor Stoichita

Victor Stoichita

Victor I. Stoichita (Bucarest, 1949) è professore ordinario di Storia dell´arte moderna e contemporanea all´Università di Friburgo (CH) e professore invitato all’Università della Svizzera Italiana.

Dopo la laurea all´Università di Roma, ha conseguito un Doctorat d´état ès Lettres alla Sorbona. Ha svolto ricerche ed insegnato presso varie istituzioni internazionali, come l´Institute for Advanced Study di Princeton, il Getty Research Institute di Los Angeles, il Wissenschaftskolleg di Berlino, la Bibliotheca Hertziana (Max-Planck-Institut) di Roma.

È stato Visiting Professor presso l´Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi, la Scuola di Studi Umanistici di Bologna e la Harvard University.

Tra le traduzioni italiane delle sue opere più recenti si segnalano: L´invenzione del quadro, Milano, Il Saggiatore, 1998; Cieli in cornice. Mistica e pittura nel Secolo d´Oro dell´arte spagnola, Roma, Meltemi, 2002; Breve storia dell´ombra, Milano, Il Saggiatore, 2000; L´ultimo Carnevale (con Anna Maria Coderch), ivi, 2002; L´effetto Pigmalione: breve storia dei simulacri da Ovidio a Hitchcock, ivi, 2006.

Elena Volpato

Elena Volpato

Storica dell’arte, ha studiato presso l’Ateneo di Padova e presso la University of California Los Angeles – UCLA, Nel 1999 ha dato avvio alla Collezione video della GAM – Galleria d’Arte Moderna di Torino - prima collezione pubblica di video in Italia. Ha insegnato in numerose accademie d’arte italiane, è attualmente curatrice responsabile della collezione dei Film e Video d’artista alla Galleria d’arte moderna e contemporanea GAM di Torino.